Vitigni a bacca rossa

Cabernet Sauvignon

Originario del Médoc e delle Graves nella zona di Bordeaux in Francia è uno tra i vitigni più diffusi al mondo, adatto alle più disparate condizioni climatiche e tecniche di vinificazione, con le sue uve si producono vini di notevole qualità e grande longevità.

A Bordeaux è spesso usato in assemblaggio con Cabernet franc e Merlot, l’uvaggio ottenuto è comunemente noto come “taglio bordolese“, dalla zona in cui inizialmente è stato introdotto.
Probabilmente derivante dall’incrocio tra Cabernet Franc e il vitigno a bacca bianca Sauvignon, il Cabernet sauvignon, pur mantenendo le sue caratteristiche di riconoscibilità, esprime però perfettamente anche quelle del terroir.

Coltivato oltre che in Francia, negli Stati Uniti, in Sud Africa, in Argentina e Australia, in Italia lo troviamo nel Nord e nel Centro, famosi soprattutto quelli della zona di Bolgheri dove hanno determinato il fenomeno “Supertuscan”.

A San Marino lo si trova alle 5 vie, a Montegiardino e a Faetano.
Dotato di un’elevata concentrazione in polifenoli ed antociani, ha le caratteristiche che lo vedono idoneo a lunghi affinamenti in legno, i vini ottenuti dalle sue uve sono infatti molto colorati e con una struttura che dona un’ottima longevità.
Il grappolo è spesso piccolo e compatto e la maturazione mediamente tardiva.

La Merlot in Cantina: Sterpeto

Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione

Ovidio

Devi avere 18 anni per visitare il sito.

Verifica la età